SIMONA


Essere Simona, occhi amorevoli che incantano come il mare di Puglia che tanto ama. La trasparenza del suo sguardo si riflette nelle sue parole, mai troppe, che profumano di casa e di buono, come lenzuola fresche di bucato o come quel sugo al pomodoro che solo nonna Lina sapeva fare. Nella sua voce il bene smisurato per sua figlia e per la sua casa, che ordina e organizza con cura quasi “maniacale”.

Naturalmente elegante, adora creare allestimenti e ambientazioni, un po’ per lavoro e un po’ per passione, e chissà che questo talento non diventi, magari lasciando che il vento della fiducia soffi sulle ali, un’attività tutta sua, in cui esprimere al cento per cento la creatività.

Se deve dare un nome alla gioia sicuramente al primo posto c’è quello della sua Alessandra; poi c’è la musica, che sceglie a seconda del periodo e dell’umore; la Nutella, a cui non c’è dieta che la faccia rinunciare, e i suoi gatti, parte integrante della sua bella famiglia.