PATRIZIA


Essere Patrizia, una successione infinita di passi di danza: sulle punte, sulle ali del vento, a pelo d’acqua, sulla terra nuda, attorno al guizzare possente del fuoco. Nella sua vita la danza dà ritmo ai giorni e alle esperienze e sono i quattro elementi quelli in cui riconosce la propria molteplicità. Dalla danza classica, iniziata da bambina, che l’ha portata alle soglie del professionismo; attraverso il modern jazz, la danza contemporanea, il teatro danza e da dieci anni il flamenco: ogni occasione è quella giusta per ballare. La forza e la sensualità tutta femminile che riconosce ai ritmi andalusi, li ritrova anche nella sua passione per la lingerie, che colleziona in ogni colore e modello, basta sia in tinta con l’outfit del momento.

Emotiva, empatica e vulcanica, ama le sfide ma vorrebbe saper meglio radicare la sua anima fantasiosa, che a volte le pare sfuggire al controllo. Adora lo sport, specie se praticato a contatto con la natura: lo sci che la riporta alle montagne che ama; il nuoto, soprattutto se può fare i tuffi nelle onde, ridendo a crepapelle, come una bambina in balia della risacca; il nordic walking che dà ritmo al cuore e ai passi. Le piace tornare spesso sul lago di Garda dove è nata e dove può godere del potere rigenerante dell’acqua; ma si destreggia bene anche nella sua Milano, così densa di stimoli e occasioni. Non sopporta le attese; ha scoperto che nella verità, anche quella difficile, c’è la vera libertà di essere madre e di essere donna e che devi regalare a chi ami la parte più autentica di te.