Mara


Fragranza di fiordalisi ed erbe aromatiche, perché i ricordi sono memoria profumata

Essere Mara, veracità toscana ed eleganza meneghina. In lei si intrecciano i sapori e le storie di queste due terre così diverse e così complesse: da un lato il ricordo delle estati in campagna con i nonni e gli zii che sono stati casa e famiglia negli anni difficili dell’infanzia; dall’altro l’energia cosmopolita della città, l’esperienza professionale nel campo dell’editoria, in alcuni prestigiosi quotidiani, e gli incontri con il mondo raffinato della cultura italiana. Amante dell’attività fisica, in particolare dello sci, trascura la propria passione sportiva, solo per occuparsi dei nipotini, gli unici che possono approfittare della sua poca pazienza. Socialmente impegnata, è vicepresidente di Amiche per Mano, e si dedica, grazie alla sua esperienza, al suo animo appassionato e alla sua attitudine alle relazioni, alla raccolta fondi in favore dei progetti di informazione e prevenzione sul tumore al seno. L’amore per l’arte, per i viaggi, per la musica, che condivide con il marito, si impastano in lei con la fragranza delle rose e dei fiordalisi, che la riportano fra le braccia della madre, e delle erbe aromatiche che caratterizzano i suoi piatti e che sa individuare al primo assaggio. Dalla nonna materna ha appreso, infatti, le ricette della tradizione popolare toscana e da lei ha ereditato il talento culinario. A Mara, però, piace cucinare a intuito, piatti di tutta Italia, facendosi trascinare dalla curiosità, dal gusto e dal profumo che come afferma: “è parte integrante di quello che vivi”.