Emanuela


Essere Emanuela e sentirsi Bidu, come per le vie del paese in cui è nata, dove sei parte di una grande famiglia allargata che ti vede crescere, andare a scuola, sposarti e partire. Custode del suo prezioso mondo familiare, con il marito Rinaldo e il piccolo Pietro di 6 anni, condivide il piacere dei lunghi giri in bicicletta per la campagna. Adora passeggiare con il suo cane Pongo, un meticcio giocherellone e pieno di brio, e le risate con suo figlio, col quale ha riscoperto il piacere puro del gioco. Quella stessa gioia condivisa da bambina con suo fratello nel cortile di casa e nelle estati al mare a Caorle a saltare nelle onde; e con Elisabetta, la sua amica di sempre, nelle domeniche all’oratorio a chiacchierare e a giocare a pallone. Una grande passione, gli U2, che segue in ogni concerto in Italia, trascinando suo malgrado il marito con sé, “fino a quando Pietro non gli darà il cambio”, confessa sorridendo. Appena possibile sogna un viaggio in Irlanda, nella terra del suo gruppo preferito, con una lunga tappa a Dublino. Le piacerebbe suonare la batteria, ma aspetta suo figlio per questo progetto, nel frattempo si gode il piacere di fare la mamma, il suo lavoro di impiegata in un’azienda metalmeccanica che le da soddisfazione; le tranquille ore in palestra e in piscina tra pilates e acquagym e i preziosi momenti con le amiche, che sono sempre un gran bel toccasana.

Ascolta “La storia di EMANUELA letta da ROBERTA MIRATA” su Spreaker.