Carcinoma mammario: la conservazione dei linfonodi ascellari in presenza di micrometastasi nel linfonodo sentinella

Il carcinoma mammario – tumore della mammella – è una malattia dovuta alla moltiplicazione incontrollata di alcune cellule della ghiandola mammaria, che si trasformano in maligne. In Italia, questo tipo di tumore è tra i più frequenti nel sesso femminile e colpisce in media 1 donna su 9.

Per la salute di tutte le donne, Fondazione Humanitas per la Ricerca ha dato inizio ad uno studio di Ricerca no profit coordinato dall’Unità Operativa di Senologia dell’Humanitas Research Hospital – Rozzano (MI).

 

Lo studio

 

Lo studio di Ricerca “Carcinoma mammario T1-T2-T3/cN+: conservazione dei linfonodi ascellari in presenza di micrometastasi nel linfonodo sentinella se cN- dopo chemioterapia neoadiuvante – Studio NEONOD 2″, è coordinato dal Dott. Corrado Tinterri, Responsabile dell’Unità Operativa di Senologia e dalla Prof.ssa Marta Scorsetti, Responsabile dell’Unità Operativa di Radioterapia e Radiochirurgia. Il progetto coinvolge inoltre 20 centri di Ricerca in tutta Italia.

Coinvolge 850 pazienti che abbiano un’età compresa tra 18 e i 75 anni e presentino una diagnosi di carcinoma mammario a istotipo infiltrante e di linfonodi ascellari positivi (cN+) in diagnosi iniziale da una prima valutazione clinica e ecografica ed un’eventuale cito-microistologia. Nelle pazienti non deve invece essere stata individuata metastasi a distanza e l’anamnesi per pregressa neoplasia infiltrante risultare negativa. (Fase I e II)

 

La Fase III dello studio

 

Si tratta di uno studio clinico non-controllato disegnato come uno studio di non-inferiorità per verificare se l’omissione di intervento sui linfonodi ascellari nelle pazienti con SLNypN1mi dopo NAC non comporti un peggioramento significativo nella sopravvivenza o nel rischio di recidiva locoregionale o a distanza rispetto a pazienti con SLN negativo (SLNypN0/N0(i+)) per cui l’omissione di trattamento ascellare rappresenta attualmente il trattamento standard.

Il trattamento

Lo studio include pazienti con linfonodi ascellari positivi (cN+) alla diagnosi iniziale e che risultino con valutazione clinica e strumentale negativi dopo NAC. Sulla base della valutazione istologica definitiva dei linfonodi sentinella prelevati, le pazienti vengono assegnate ad uno dei 2 gruppi di confronto (sperimentale o standard) oppure nel gruppo di controllo interno:

  • Gruppo 1: sperimentale – composto dalle pazienti con micrometastasi al linfonodo sentinella e/o a un eventuale linfonodo parasentinella (ypN1mi). Non viene eseguita la dissezione ascellare.
  • Gruppo 2: standard – formato dalle pazienti con linfonodo sentinella negativo (ypN0) o con riscontro di ITC (ypN0/YpN0(i+)). Anche in questo caso non viene eseguita la dissezione ascellare.
  • Gruppo 3 di controllo interno: include pazienti con macrometastasi al linfonodo sentinella e/o a un eventuale linfonodo parasentinella (ypN≤1) e non viene utilizzato in confronti statistici con gli altri 2 gruppi ma finalizzato alla valutazione dell’appropriatezza del caso. In queste pazienti la dissezione ascellare standard viene eseguita.

Nel caso di più di 3 linfonodi sentinella e/o parasentinella micrometastatici, si proseguirà con dissezione ascellare standard. Le pazienti per le quali non fosse invece possibile reperire il linfonodo sentinella saranno sottoposte alla dissezione standard del cavo ascellare come previsto dalle linee guida internazionali. Per quanto riguarda il tumore primitivo, le pazienti verranno sottoposte a chirurgia o di tipo conservativo o di tipo demolitivo.

Follow-up

Dopo la chirurgia, le pazienti, a seconda delle caratteristiche bio-patologiche e secondo i criteri previsti dalle linee guida internazionali, potranno ricevere come da discussione multidisciplinare post-chirurgica:

  • nessun ulteriore trattamento
  • radioterapia complementare
  • terapia medica adiuvante (ormonoterapia e/o terapia biologica)

Analisi Statistiche

Nelle principali analisi dello studio saranno confrontate le curve di sopravvivenza globale (OS) e di sopravvivenza libera da malattia (DFS), la sopravvivenza libera da ricaduta locoregionale (ascella o mammalla) (LRDFS) e la sopravvivenza libera da metastasi a distanza (DDFS) utilizzando il Product Limit Estimator di Kaplan-Meier e il log-rank test. Verrà inoltre condotta un’analisi multivariata utilizzando il modello di regressione COX, nel quale saranno incluse le seguenti variabili: numero di linfonodi sentinella asportati, stato del linfonodo sentinella a valutazione definitiva (negativo/micrometastatico) età, stato menopausale (pre/post), tipo di intervento a livello mammario (conservativo/radicale), dimensione del tumore (pT1-2-3), invasione linfovascolare (si/no), stato recettoriale ER e PgR (positivo/negativo), espressione del Ki67 (bassa/alta), grading (basso/medio/alto) e stato delHER-2 (positivo/negativo).

Come appropriato negli studi di non-inferiorità, le analisi saranno effettuate sia in base al principio dell’intention-to-treat su tutte le pazienti inserite nello studio, sia escludendo le pazienti che non hanno eseguito il trattamenti assegnato (per protocol). Entrambe le analisi saranno presentate e, nel caso di risultati divergenti, discusse.

 

Gli obiettivi della Ricerca Humanitas

 

L’obiettivo primario del progetto di Ricerca è quello di valutare se in pazienti operate per carcinoma mammario (cT1-T2-T3) con micrometastasi al linfonodo sentinella (SLNypN1mi) dopo chemioterapia neoadiuvante (NAC), la conservazione dei linfonodi ascellari non sia associata ad un peggioramento clinicamente rilevante della prognosi.

L’obiettivo secondario è invece quello di valutare se l’astensione della linfoadenectomia ascellare in pazienti con SLN micrometastatico dopo NAC si associ o meno ad un aumento del tasso di recidive loco-regionali o a distanza.

 

Qual è la durata del progetto?

 

Lo studio di Ricerca è iniziato nel settembre del 2018, prevedendo una durata del reclutamento pari a circa 3 anni, mentre quella del follow-up è di 5 anni. Si stima quindi una durata totale di circa 8 anni con termine previsto per settembre 2026.

 

 

 

Clicca qui per visionare il paper completo dello studio.

BANNER PROGETTI